Il tempo chiusi in casa sembra non passare mai fin quando non passi davanti allo specchio e sorpresa! Eccoli li che brillano come diamanti sotto il sole, i capelli bianchi!
Avevi previsto che a metà marzo saresti tornata in salone per colorare la ricrescita, non potendo prevedere che il salone sarebbe stato chiuso!
Ok! Non disperare, ora vediamo insieme come risolvere il problema fin quando tutti potremmo tornare alle nostre, vecchie e sane abitudini!

Come scegliere il colore:
Sfatiamo intanto un vecchio mito, dove i capelli scuri sono tutti neri, i biondi sono tutti chiari, e il resto sono tutti castani.
In realtà la cartella dei colori, dei capelli naturali va da 1 a 10, solo l’uno è nero, poi proseguiamo con il

castano scuro, castano medio e per quello che riguarda i più scuri c’è il castano chiaro.

Queste sono tutte tonalità scure.

Ti stupirà scoprire che dopo il castano chiaro, viene il biondo scuro che è meno scuro dei castani ma comunque scuro. Poi c’è il biondo medio, biondo chiaro e in fine biondo chiarissimo, l’unico veramente intuito nella mente come biondo.

Premesso questo, quando dovrai scegliere il tuo colore dal rifornitore o al supermercato, scegli sempre una nuance più chiara, mai più scura, se li scurisci troppo dovrai poi ricorrere alla decolorazione per ritornare al tuo colore, mentre se sono più chiari basterà tingerli di nuovo per tornare alla normalità!
Ti sconsiglio di prendere colori riflessati, come il nocciola, cioccolato ecc. diventa più difficile scegliere la nuance giusta, del resto dovrai passarla solo ed esclusivamente sulla ricrescita, ridare il giusto tono al colore sarà semplice, per ora risolviamo il problema bianchi!

Se hai invece un colore come il rosso, il rame o il violaceo è un pò più complesso perchè dovresti sapere esattamente che tipo di cromatura hai, andare ad occhio è più difficile, ma anche qui vale la regola di prima, sceglilo un pò più chiaro.


Ogni marca di tintura per capelli ha la propria caratteristica, ci sono i colori di natura più freddi, quelli più caldi, quelli che risultano sempre un tono più scuro dal tono indicato in cartella (anche per questo meglio sempre più chiaro), quindi inutile stare a diventare matte, oltrettutto il periodo non ci consente di girare troppo per trovare il prodotto migliore per noi.

Capito come scegliere la nuance, focalizziamoci sul prodotto, quale scegliere?

Il mio consiglio è quello di prendere il tubetto di tinta e l’ossigeno, in genere sono più precisi sul colore che dichiarano, coprono perfettamente i bianchi, sono più leggeri e in caso di errore si ha meno difficoltà a riprenderlo.

Può essere più difficile applicarlo, necessita di ciotola e pennello, cosa superflua per quelli pronti all’uso.
Essendo però un ritocco di emergenza, puoi anche applicarlo nei punti più visibili, riga e coroncina ed evitare di applicarlo su tutta la testa.
Se invece hai abbastanza manualità puoi anche procedere a tutta la testa stando attenta a non allungarti troppo con il colore oltre la radice, in modo tale da evitare sopra carichi, che creano quella barratura brutta più scura.

Come miscelarla è indicato sul tubetto della colorazione. Può esserci scritto 1:1, 1:1,5 o 1:2.
1:1 significa miscelare una parte di colorante e una parte di ossigeno (50 g di tinta+50ml di ossigeno), 1:1,5 indica di miscelare una parte di tintura e una e mezzo di ossigeno (50g+ 75ml), 1:2, una parte di colorazione e due di ossigeno.
Il volume di ossigeno migliore per coprire i capelli bianchi è il 20 volumi.

Se non hai manualità e vuoi riversare sui prodotti venduti al supermercato pronti all’uso, segui dei piccoli accorgimenti:
– Non farti ingannare dal nome, spesso danno nomi particolari, sopra comunque c’è sempre scritto il numero, guardando le nuance qui sopra, lasciati guidare dal numero che più si avvicina al tuo colore e non dalla dicitura.
– Non lasciarti ingannare da quei prodotti che ti promettono la copertura dei capelli bianchi ma sono senza ammoniaca. Nessun senza ammoniaca reale può garantire la copertura.

Quindi controlla tra gli ingredienti che non ci sia la “mea” è un derivato dell’ammoniaca ma più nocivo. Non sentirai nessun odore se contengono questa sostanza ma la differenza con un colore ammoniacale è che, l’ammoniaca evapora e, se proprio dobbiamo dirla tutta l’ammoniaca è una sostanza naturale, contenuta anche all’interno del nostro corpo, raramente infatti è quest’ultima a dare problemi di allergia o irritazione. La mea invece non evapora e rimane all’interno dei nostri capelli danneggiandoli.

Se non trovi tra gli ingredienti questa sostanza è probabile che sia un vero colore senza ammoniaca e quindi delicato ma, ti coprirà i capelli bianchi?
Cerca tra quelli più leggeri che contengono più ingredienti naturali, non farti ammaliare dalle diciture “effetto seta”, “capelli morbidi” ecc. in genere a rendere i capelli di quel morbido artificiale sono soltanto i siliconi, è vero che rendono i capelli lucidi e morbidissimi ma rovinano allo stesso modo il capello, soffocandolo da questa pellicola di silicone.

Per qualsiasi altra informazione puoi tranquillamente contattarmi al numero 392/2524057 anche tramite watzapp!

Oppure puoi contattarmi tramite Facebook

Per le mie clienti, se ne avete necessita, contattatemi e vi dirò la vostra nuance!

Spero di esserti stata utile!
Buon proseguimento!
Vanessa Marcellino