Ammoniaca o senza ammoniaca?

Questo è il dilemma di tutte le donne in gravidanza con la ricrescita bianca!

E’ risaputo che nella dolce attesa è meglio evitare sostanze nocive, non solo a contatto con la nostra pelle ma, e sopratutto, inalarla.

Per questo si sconsiglia per il primo trimestre di effettuare tinture a base di ammoniaca e prediligere quelle naturali, scientificamente non sono mai stati riscontrati problemi di aborto o danni al bambino dopo aver colorato i capelli, d’altro canto però perchè stare con i sensi di colpa subito dopo? In commercio oggi ci sono tante diverse colorazioni prive di sostanze che procurano allergia e senza ammoniaca, con un alta percentuale di sostanze naturali che, oltre a non essere dannose per il bambino non lo sono anche per la mamma, regalano una piacevole esperienza, con profumazoni naturali, senza rischi di sgradevoli e tossici odori inalati, sono veri e propri momenti di benessere anche per il capello, che non viene sfruttato in alcun modo.

E’ tutto così semplice? ?

No!
I colori realmente naturali, non hanno una copertura dei bianchi al 100%! Questo è l’unico svantaggio di una futura mamma in dolce attesa con molti capelli bianchi anche un pò difficili da coprire già prima con la tintura classica.
Le VERE tinture organiche o biologiche e prive REALMENTE di ammoniaca, regalano al capello un effetto molto naturale, quindi dove c’è il capello scuoro si avrà il riflesso desiderato, dove invece c’è il capello bianco si avrà qualche tono più chiaro, un effetto che a primo inpatto può essere sgradevole, sopratutto se prima si usava una tintura classica sicuramente più coprente, si noterà una differenza tra il prima e il dopo, ma anche a questo c’è un rimedio, oltretutto innoquo per mamma e bambino.

Schiariture tono su tono!
Creare dei giochi di luce con delle schiariture non da nessun problema alla futura mamma e ne al bambino per il semplice motivo che non viene applicato nulla sulla cute.

Questo può alleviare il contrasto della tintura naturale e quella classica, riscontrando così un colore molto più naturale, e vedrete che così facendo il mese successivo non avrete più alcun problema dopo aver fatto la tintura, nessuna differenza e nessun “effetto ricrescita”.
Questa soluzione ovviamente vale anche per quelle donne in dolce attesa che invece di ricrescita bianca ne hanno poca, ma vogliono coprirla comunque, infatti via libera anche ai colpi di sole e il balayage, che non danno veramente nessun problema, basta qualche accortezza di areazione e a non toccare affatto la cute e il gioco è fatto!

Dopo il primo trimestre?
In molti sostengono che superato il terzo mese, si possono effettuare anche le colorazioni con ammoniaca, in quanto il bimbo è più formato e i rischi in generale sono molto ridotti.
Ricordiamo anche che nei tempi di oggi anche le colorazioni per capelli con ammoniaca sono molto più delicate e anche lo stesso odore dell’ammoniaca non si sente quasi più.
La cosa importante da fare in questo caso è chiedere il parere del medico che ci sta seguendo, se la gravidanza procede regolarmente, sicuramente vi darà il via libera anche alla tintura con ammoniaca, rispettando sempre le accortezze prima citate!

Un consiglio:
No al fai da te! Un vero professionista saprà consigliarvi il prodotto adatto e solo lui può sapere se dentro i propri colori non vi sono sostanze dannose, in molte tinture per capelli, biologiche o ammonia free, spesso nascondono componenti dannosi, in alcuni prodotti potrebbero essere presenti dei conservanti pericolosi capaci di liberare formaldeide. Affidati ad un professionista, lascia la responsabilità di qualcosa che non conosci a chi se ne intende.

Vieni a trovarci, in salone è disponibile la colorazione al 90% naturale!